CLICK HERE FOR THOUSANDS OF FREE BLOGGER TEMPLATES »

domenica 19 ottobre 2008

LA SCUOLA DELLE CONTRADDIZIONI

La Gelmini sta distruggendo tutto con proposte che si contraddicono tra loro sembra un incubo:
Inserimento dei grambiulini in modo che scompaiano le differenze di classe, sinceramente in questo modo le differenze di classe restano piuttosto viene tolta l'individualità di ogni individuo costretto ad indossare un uniforme come se dovesse andare in guerra ed in realtà poco ci manca, comunque se l'intento della Gelmini era smussare le differenze questo entra in contrasto con l'idea delle classi separate per gli stranieri che invece di essere integrati verranno ghettizzati. Introduzione del voto in condotta secondo la Gelmini questa splendida idea tagliera le gambe al bullismo...ma la Gelmini sa da cosa nasce il bullismo, quali cause portano i ragazzi a tali gesti? Io credo proprio di no e anzi credo che questa idea incrementerà il bullismo stesso. Continuando a parlare di voti alle medie spariscono i giudizi e compaiono i voti ma la cosa più bella è che se un bambino non una la sufficienza in ciascun gruppo di materie verrà bocciato....poco chiara sicuramente questa idea ed ancor di più il suo finale che sostiene che comunque la bocciatura è a discrezione del gruppo docente, allora vuoi i voti e le medie o non li vuoi? Il tempo pieno che sembra venga tolto poi ci ripensa allora si lascia altrimenti gli insegnanti silurati dal maestro unico fanno qualcosa, il tempo pieno è una risorsa fondamentale per i ragazzi e le famiglie e da la possibilità di ampliare il programma verso materie importanti ma che non rientrano nell'orario ridotto, ma da dove viene la Gelmini da marte dove ha vissuto fino a ora. Il maestro unico, si torna ai miei tempi con la maestra che va a simpatie e speriamo ti tocchi una brava se no arrivi ale medie e non sai nemmeno le tabelline ma soprattutto speriamo non ti tocchi una di quelle sempre assenti altrimenti c'è da divertirsi.
Parliamo anche dei tagli, sono tagli di 111 milioni alla scuola media, l'anello debole del sistema formativo italiano, e di 50 milioni al fondo ordinario delle scuole, che saranno più sporche, peggio attrezzate e con meno sostegno ai portatori di handicap. L'Università, invece, sconterà una riduzione del 26% dei finanziamenti per il diritto allo studio. Inoltre verranno a mancare 40 milioni per le borse di studio e 21 milioni per gli alloggi universitari.
Il governo Berlusconi colpisce il diritto allo studio consegnandoci un Paese in cui studiare sarà il privilegio di un'élite.

Io sono arrabbiata e disperata allo stesso tempo con il governo ma al tempo stesso sono frustrata da un opposizione che non riesce a far niente per fermarli e lanciare una controproposta per fermarli.

8 commenti:

SCHIAVI O LIBERI? ha detto...

Bellissimo post, lo condivido in pieno.
Un caro saluto

Silvia ha detto...

Ho già espresso qual è la mia opinione sullo scenario della scuola voluto dalla Gelmini, e non posso che concordare con te. E' una situazione drammatica, molto drammatica e così facendo dimostrano di non aver capito NULLA circa i REALI PROBLEMI della scuola italiana....

:*-(

Un abbraccio!!

;-)

pansy ha detto...

Hai scritto tutto quello che io penso. Da una parte c'è la rabbia e disperazione verso un governo che sta distruggendo il sistema scolastico(e non solo!!) e dall' altra parte come ben dici c'è la frustrazione (delusione, insomma l'amaro in bocca) per un opposizione che non VUOLE (?) fare niente per fermarli.

Speriamo in bene. Speriamo non riescano ad andare dove vogliono questi personaggi squallidi e privi di cuore, compassione e AMORE.

Tonino ha detto...

Non so se sul tuo blog è ammesso il linguaggio colorito, ma questa riforma è una vera 'minchiata'. Si può dire?

Jean du Yacht ha detto...

Io posso soltanto darti ragione Luce, ma conta poco perchè io sono di parte, non come la Gelmini che, come hai detto tu, è di marte.

Pupottina ha detto...

condivido le tue perplessità ed i tuoi timori...

butterfly.23 ha detto...

ciao, ti ringrazio per essere passata a trovarmi...vado anch'io ad aggiungerti nei blog amici.
a presto!

Danx ha detto...

Sui tagli non commento, può darsi che abbia ragione.

Grembiuli e condotte le trovo delle stronzate. All'uscita da scuola coi genitori pronti a caricarli in auto, voglio vedere se i bambini non noteranno differenze!!!
Voto di condotta: ai bulli non importa niente essere bocciati o meno!!
Son scelte che fan contenti i loro elettori, stop! Non portano niente di nuovo e di buono.

E' come per il nucleare: si guarda al passato!!!

Fatto sta che i bambini usati dai genitori e maestri per le proteste proprio non lo posso sopportare! Indottrinato, strumentalizzati, usati.
Così come non sopporto chi protesta per giorni e giorni. Basta, l'abbiamo capito. Proponete qualcosa, un referendum. Più urlate e create problemi alla gente comune, più verrete visti male!

Si sa che il centro-destra vuole tagliare la spesa pubblica, questi che protestano dov'erano prima?
E che nessuno mi venga a dire che son tutti preoccupati per il futuro della scuola: ripetono sempre le solite frasi fatte e poi, detto con tutta sincerità, quando ero uno scolaro delle riforme, delle leggi, non me ne importava un fico secco!
E adesso tutti interessati e preoccupati? Allora la nuova generazione non è fatta solo di bulli e fichetti!

Ciao!