CLICK HERE FOR THOUSANDS OF FREE BLOGGER TEMPLATES »

martedì 8 gennaio 2008

Nido

Queste settimane sono volate perché a casa si sta veramente bene ma in realtà il nido ed i bambini mi sono mancati un sacco, le loro risate, le loro buffe reazione, il loro entusiasmo, la curiosità e le loro lacrime, tutti quei sentimenti così sinceri che con il passare del tempo si perdono dietro le imposizioni della vita. I sentimenti veri, quelli che solo raramente lasciamo sbucare dietro la coltre, quelli più preziosi. Le persone spesso mascherano ciò che in realtà provano per rispetto delle convenzioni ed allora io mi diverto a smascherare cosa c'è sotto ogni frase, analizzando gli sguardi, i movimenti, per scoprire che le parole dicono una cosa ed il corpo un'altra e sono consapevole che il corpo non mente.

3 commenti:

SenzaSogni ha detto...

Che bello vedere una persona realizzata professionalmente e umanamente allo stesso tempo! A me i bambini sinceramente non piacciono granchè, soprattutto quelli piccoli. Oramai mi sono rassegnata, non mi girerò mai verso una carrozzina sospirando un "checcarino!!"... e non ho l'incombenza di averne uno mio. Vade retro! Ma di certo, fra moooolti anni, quando mi deciderò a farne uno spero di poterlo affidare a qualcuno che li ama proprio come te. perchè chi mette passione e cuore nel proprio lavoro è sicuramente colui che lo fa meglio...

luce ha detto...

grazie

Vale ha detto...

I bambini sono un piccolo mondo tutto da scoprire.
Fino a poco tempo fa dichiaravo anch'io "no, non mi piacciono". Poi mi sono resa conto che, come le persone, ognuna ha un sé speciale tutto da scoprire. Alcuni adorabili, altri meno...ma forse mi fanno meno paura adesso...sarà l'età :-), anch'io apprezzo la loro sincerità in confronto alle "convenzioni" che imprigionano le nostre relazioni di tutti i giorni.