CLICK HERE FOR THOUSANDS OF FREE BLOGGER TEMPLATES »

sabato 7 giugno 2008

SCANDALOSO


Il vescovo viterbese Lorenzo Chiarinelli ha detto no al matrimonio religioso di due ragazzi perché lui è diventato improvvisamente paraplegico e quindi è messa in dubbio la sua capacità di procreare.
La vicenda è davvero drammatica. I due promessi hanno entrambi 25 anni, dopo qualche anno di fidanzamento, decidono di sposarsi ma il destino crudele si mette di mezzo. A meno di due mesi dalla fatidica data, un incidente stradale mette in pericolo la vita di lui. Dopo qualche giorno di sala di rianimazione riesce a riprendersi, ma nell’urto è stata lesa la spina dorsale e quindi il ragazzo ha perso l’uso degli arti inferiori. Solo il tempo e le cure potranno dire se un giorno la capacità motoria potrà essere recuperata.
Un incidente del genere porta sicuramente dei grossi cambiamenti e le scelte per i due si fanno più difficili ma nella convinzione che il loro amore sia inesauribile ed indistruttibile a dispetto dell'avverso destino decidono di sposarsi.
I due sposi si rivolgono al parroco che chiede loro una dichiarazione di consapevolezza dei rischi e delle difficoltà future cui andranno incontro. Sicuramente una richiesta crudele, superficiale, glaciale, come si può solo per un momento pensare che la coppia non abbia riflettuto su una decisione così importante, comunque i due scrivono la dichiarazione ed il parroco senza neanche invitarli per un colloquio rifiuta loro il matrimonio perché lui non è in grado di procreare.

Io adesso non voglio giudicare la chiesa perché non mi piace far di tutta l'erba un fascio anche se di episodi simili e peggiori ne ho conosciuti tanti, voglio solo riflettere sull'aridità di questo prete. Come si può predicare la fratellanza, l'amore per il proprio simile, il sostegno ai bisognosi, dedicare la propria vita a Dio, diventare portavoce della sua parola e poi commettere un atto così vergognoso. Io non riesco a trovare le giuste parole per descrivere l'orrore che ho provato nell'ascoltare questa notizia, è stato come se qualcuno mi avesse preso a schiaffi sena motivo. Sono davvero costernata, inorridita, arrabbiata ed incredula. Spero che qualcuno faccia qualcosa per rimediare a questo scempio.

18 commenti:

Silvia ha detto...

Due giovani come questi, così duramente colpiti dal destino ma nondimeno coraggiosi a non lasciarsi abbattere della Sfortuna, dovrebbero essere aiutati, sostenuti, stimolati a vivere il loro amore con rinnovato coraggio e impegno... e invece? E invece solo un mondo insensibile, superficiale, VUOTO li accoglie! Vergogna! Vergogna! Vergogna! L'indecenza e mancanza di cuore giungono proprio laddove dovrebbe scaturire la compassione, il buon cuore, la solidarietà e il sostegno per far ritrovare la serenità, che meritano, a questi due giovani. L'atteggiamento di questo vescovo segna il fallimento, la decadenza, la morte dei bravi valori di amore che l'istituzione di cui ne è l'esponente dovrebbe spandere nel mondo.

Io so esattamente cosa ho provato nel sentire questa notizia. Ma preferisco tacere.

Ahhhh, l'amore non è un contratto... l'amore è un'altra cosa, l'amore è un'altra cosa...

Federica ha detto...

anche io l'ho trovato scandaloso.
L'amore di questi ragazzi meriterebbe un aiuto, non di certo che qualcuno mettesse loro ancora di più i bastoni tra le ruote.
Sono episodi come questi che fanno sentire la Chiesa lontana e ne danno una visione distorta.
Spero anche io che qualcuno provveda a rimediare a queto "errore" e permetta a questa coppia coraggiosa di coronare il loro sogno.

happyclown ha detto...

è davvero triste e offensivo verso coloro che amano e verso coloro che sonobravi preti...ma dico io...l'amore, qeullo vero, quello proclamato e celebrato nel matrimonio, ma in primis nel cuore di chi si ama, non vede recitare la frase " in salute e in MALATTIA, nella buona e cattiva sorte?"...vabbè....
secondo me il loro amore puo' andare oltre tutto e Dio li ha già uniti in matrimonio per la scelta che hanno fato entrambi,e non hano bisogno di uno stupido uomo ignorante per avere la benedizione del loro sentimento!

La Lunga ha detto...

sottoscrivo tutto ciò che è stato detto fino a ora. e, anche se non è giusto giudicare e fare di tutta l'erba un fascio, è anche giusto portare in evidenza dei fatti così gravi, a dir poco grotteschi. io dico solo che i preti (non tutti ma molti) voglino dire un pò troppo la loro su fatti sessuali, che in teoria (e sottolineo in teoria) non dovrebbero conoscere. come puoi parlare così tanto e dare giudizi, e imposizioni, su una cosa che non conosci?? questo mi chiedo. e poi... ci sono tanti orfani che cercano solo un pò di calore familiare (se la legge fosse un tantino più decente..) non potrebbero adottarne uno e formare una FAMIGLIA in cui c'è amore, rispetto, comprensione e serenità?.
forse sono stata sconclusionata. ma ho provato uno schifo nel leggerlo che mi sono lasciata prendere la mano...

Adamo ha detto...

Io penso solo che viviamo davvero in un brutto mondo...e piu' si va avanti, peggio e'...si amano, hanno avuto una difficolta' da affrontare, decidono di affrontarla, si vogliono sposare...non e' forse amore...sembra quasi che la gente che non fa figli siano inutili...ma nemmeno i preti, le missionarie, chi non puo' averli...e allora.... ma in che societa' triste e vuota ci troviamo?????????

SCHIAVI O LIBERI? ha detto...

Penso che , anche se rappresentanti della chiesa e quindi di Dio, anche loro sono uomini. Uomini che vivendo in questo sistema fondato sull'egoismo, l'avidità e l'indifferenza, non possono restarne del tutto immuni. Partendo dalla convinzione che qualsiasi sia la causa, è una vicenda che ha dell'incredibile.

Ps: ho messo il tuo link nei miei link utili. Se per te è un problema fammi sapere. Ciao

parolearia ha detto...

Agghiacciante davvero. Talvolta mi sembra di essere ferma al Medioevo, causa la Ch.....ehm...

Vale ha detto...

Se e quando sarà, mi sposerò in comune.
E questo episodio è solo uno dei mille motivi che mi spingono a farlo.
Il parroco, comunque, ahimé, è solo un uomo. Un uomo idiota. La religione, quella vera, non c'entra nulla.

Auguro a questi ragazzi una vita all'insegna dell'Amore. Quello con la A maiuscola.

Nella ha detto...

Si, anke due miei amici hanno vissuto un'esperinza simile ... lo trovo assurdo per non dire altro!

DUBBAFETTA ha detto...

LA CHIESA FA SCHIFO , la religione e dio sono un altra cosa, LA CHIESA E' BABILONIA...BRUCI BABILONIA ... a presto dolce luce. ciao

pansy ha detto...

il titolo è azzeccatissimo: SCANDALOSO!

Nina ha detto...

Sono d'accordo con Vale la religione, quella vera, non c'entra però a volte sapendo di questi fatti penso che i peggior nemici del cristianesimo siano proprio loro stessi.

giovanni ha detto...

ciao, sono di viterbo e conosco le persone coinvolte nella vicenda. la notizia è stata distorta dai mass media e in malafede anche dalla curia che ha rilasciato le dichiarazioni. la curia e il vescovo hanno ripetutamente dichiarato il falso.

1) non è vero che il ragazzo non può procreare!!! i dottori che lo seguono non l’hanno mai detto. non si sa, punto e basta. quindi il vescovo ne sa meno di tutti.

2) secondo lo stesso codice canonico, se l’impossibilità a procreare è in dubbio, il matrimonio non può essere impedito.

è evidente che il vescovo o non conosce il codice canonico oppure ha voluto coscientemente impedire il matrimonio in ogni caso, affidandosi ingenuamente alla presunta ignoranza in materia di tutti. quindi la difesa ad oltranza della sua decisione è quantomeno grottesca e ingiusta. ma quello che interessa mettere in luce è che non si tratta tanto di regole formali religiose non rispettate, quanto piuttosto di mancanza di umanità del vescovo, che, ripeto, con cinismo e disumanità ha negato un momento di felicità a due ragazzi che si amano. ma che ne capisce un vescovo di amore?

evita*°** ha detto...

Io sono cattolica e voglio sposarmi in Chiesa. Del matrimonio in comune non mi interessa più di tanto, ma la Chiesa ovviamente non permette il solo matrimonio religioso e non civico.
Se anche questi due ragazzi ci credono così tanto, sicuramente saranno più che addolorati e lo posso capire. Io starei malissimo se proprio le persone della mia religione, che dovrebbero essere più vicine alla mia scelta di consacrazione della mia unione, non capissero.
Per di più è stato messo in mezzo un vescovo, quando questa è una questione che di solito risolvono i parroci! Non si può impedire il matrimonio per questo motivo!! Si può mettere un veto se uno dei due nasconde qualcosa all'altro, ma qui non è il caso!
E' proprio sbagliato dal punto di vista canonico!
E poi perdere l'uso degli arti inferiori non vuol dire non poter generare!
Allucinante!

Sergio ha detto...

Senza fare moltitudini di parole io dico solo che se questa coppia si presentasse davanti a Gesù per sposarsi, Lui li benedirebbe e parteciperebbe anche alla cerimonia..Dio guarda ai cuori..purtroppo la religione, in particolare quello dello stato, non appartiene a Dio ma solo alla politica

lasettimaonda ha detto...

Patetico e crudele.
Sono in sedia a rotelle dal 2002 e felicemente sposata dal '96 ed entrambi sapevamo che sarebbe solo stata una questione di tempo, ma seduta ci sarei finita, avendo la SM dal 1987!
Penso di poter affermare che si tratta dell'ennesima discriminazione a carico di "noi" diversi...ahimè quanto fanno la differenza due gambe erette! Finchè non s'imparerà a capire che siamo identici a tutti gli altri,non si arriverà da nessuna parte!
La chiesa poi...che c'è di più discriminatoria?
Ed allora perchè non esigono un certificato di sana e robusta costituzione e di sicura fertilità, da parte di tutti, e dico tutti, quelli che desiderano sposarsi religiosamente?
Mi vergogno per il genere umano, che tristezza, siamo così limitati e crediamo di essere il centro dell'universo.
Ciao Luce, a presto!

Buba ha detto...

Sono credente ma scarsamente praticante.... Proprio a causa di pagliacciate come questa....

emiliano ha detto...

Con la chiesa e con Dio non ho buoni rapporti sicuramente...a maggior ragione succedono queste cose solo in Italia...quel prete lì secondo me,ha avuto il pregiudizio per il fatto che quel ragazzo sia diventato diversamente abile (oltre che dar fastidio alla chiesa per la sua "diversità" sessuale)...mi ci incazzo ancora di più perchè nella professione che svolgo (educatore) si nota ancor di più i limiti mentali della gente...che schifo!